Bojan Z – "Xenophonia"

Bojan Zulfikarpasic – per gli amici Bojan Z – è un pianista sorprendente. Non tanto per la tecnica, pur ottima, quanto per la sua idea di musica, che partendo dal jazz abbraccia e mescola con assoluta disinvoltura generi musicali assai diversi, come il rock e la musica balcanica. Il risultato di questa ricerca musicale di grande freschezza è inciso nel suo ultimo CD intitolato “Xenophonia” (vincitore, in Francia, del premio Les Victoires du Jazz 2007), in cui spicca, tra le altre cose meravigliose, una sorprendente versione di “Ashes to Ashes” di David Bowie.
Per come lo si è visto sul palco del Terni in Jazz Grand Tour, invece, ciò che colpiva maggiormente era la sua strumentazione: un pianoforte circondato da due Rhodes, uno dei quali collegato ad un amplificatore per chitarra elettrica che, ovviamente, stravolgeva il suono dello strumento. Nell’appoggiare il leader hanno fatto un ottimo lavoro anche gli altri due terzi del trio, ovvero Remi Vignold (contrabbasso) e Bob Perowsky (batteria), formando un suono dal forte impatto sia dal vivo che su disco. Consigliatissimo, in ogni caso.

Rispondi