Quincy Jones, Jacob Collier, Herbie Hancock.

Il ragazzo che vedete nella foto qua sopra insieme a due leggende viventi come Quincy Jones e Herbie Hancock si chiama Jacob Collier, e non è semplicemente un loro fan. Di lui, caricando questa foto su Facebook, Quincy Jones ha scritto (due giorni fa):

Hangin’ with two absolute geniuses: Herbie Hancock and Jacob Collier at the Montreux Jazz Festival.

[In compagnia di due geni assoluti: Herbie Hancock e Jacob Collier al Montreaux Jazz Festival].

Leggendo questa affermazione di Quincy Jones su Facebook, non ho potuto fare a meno di pensare: «se Quincy Jones si rivolge a questo ragazzino con l’appellativo di “genio assoluto”, bisognerà prestare attenzione e fare in modo di ascoltarlo!». Con pochi clic sono dunque approdato al video che trovate qua sotto, rimanendo a bocca aperta.

Se avete visto il video, in questo momento sarete a bocca aperta anche voi. Come non esserlo, del resto, se questo fenomeno di appena diciannove anni (ne compirà venti il 2 agosto) fa da solo quello che i Take 6 fanno i sei, suona ottimamente moltissimi strumenti musicali e si autoproduce dei video nello stile delle videosong di Jack Conte (un nuovo medium con due regole: 1 – ciò che si vede è ciò che si sente; 2 – se si sente, a un certo punto si vede)?

Chi è dunque Jacob Callier? Per fare quello che fa alla sua età, deve avere un passato quantomeno interessante. Spulciando la biografia sul suo sito, infatti, si scopre che viene da una famiglia di musicisti e che vive a Londra. Ha cominciato a comporre e a creare musica sin dai primi anni di vita, senza alcuna educazione formale, per poi cominciare a prendere lezioni di canto all’età di otto anni, cosa che lo ha portato ad esibirsi come soprano e come attore in varie parti d’Europa, tra cui va menzionata un’apparizione nella produzione del Wozzeck alla Royal Opera House di Londra, nel 2002. Estraendo elementi da tutte queste esperienze, Jacob continuava intanto a sviluppare il proprio suono, usando la voce, le mani, e gli strumenti intorno a lui.

All’età di quattordici anni ha avuto l’opportunità di iscriversi al Royal College of Music Junior Department per studiare composizione. In quegli anni ha cominciato a mettere le mani anche sul contrabbasso, approfondendo contemporaneamente lo studio del pianoforte. La passione per l’armonia, il ritmo e l’improvvisazione lo hanno portato a scoprire il jazz, a seguito della quale – nel 2010 – si è unito come pianista alla Royal Academy of Music Junior Jazz Department e ha approfondito il linguaggio jazzistico studiando alla Purcell School.

L’apertura del canale YouTube di Jacob Collier risale al 2011, e da allora i video caricati hanno collezionato più di due milioni di visualizzazioni. Nel frattempo, però, questo giovane musicista continua a studiare per ampliare ancora di più i propri orizzonti. Se tra i suoi fan ci sono personaggi del calibro di quelli nella foto all’inizio di questo articolo, non potremo che sentirne parlare ancora per molto tempo. Teniamolo d’occhio.

Vai alla barra degli strumenti