Sting rinascimentale

Sting pubblicherà in autunno un album di musica antica, interpretando alcune songs di John Dowland (1563-1626), cantante, suonatore di liuto e compositore inglese molto celebre al suo tempo. L’album, pubblicato dalla Deutsche Grammophon, si intitolerà “Songs from the Labyrinth” e sarà solo per voce e liuto. Sting racconta che l’idea di questo progetto è nata dopo che il chitarrista Dominic Miller gli regalò, due anni fa, un liuto. La passione per questo strumento, insieme a quella per la musica di John Dowland, ha fatto il resto. Sting, che ha diffuso la notizia attraverso un’intervista esclusiva al suo sito ufficiale, ha dichiarato: “non sono un professionista di questo repertorio, ma spero di essere riuscito a conferire a queste canzoni quella freschezza che forse un cantante di maggiore esperienza non avrebbe saputo portare. Per me queste sono canzoni pop scritte intorno al 1600, e così le eseguo; bellissime melodie, testi fantastici e geniale accompagnamento”.

 

Rispondi