Archive | Polonia muzyczna

Warren Wolf, Joey DeFrancesco e Liberty Ellman al Warsaw Summer Jazz Days.

Il jazz americano è stato interamente protagonista della quarta serata del Warsaw Summer Jazz Days con tre ottime band: Warren Wolf Trio, Joey DeFrancesco Trio, e Liberty Ellman Quintet. I primi due concerti hanno dato spazio a due strumenti un po’ meno usuali del solito, ovvero al vibrafono e all’organo, creando un piacevole diversivo timbrico rispetto a ciò che si ascolta di solito, ma rimanendo sostanzialmente nel mainstream.

Il terzo gruppo, quello di Liberty Ellman, ha invece proposto un tipo di musica decisamente più innovativa, con un la chitarra del leader e il sax di Steve Lehman a portare avanti un discorso musicale basato sull’incastro ritmico di brevi melodie dagli intervalli inusuali (un po’ alla Monk, per intenderci). Questa volta, però, ho pensato di raccontarvi il concerto più con le immagini che con le parole, dunque vi invito a dare un’occhiata alla galleria fotografica qui sotto, con le immagini dei tre gruppi e una dedica di tutto il Liberty Ellman Quintet al sottoscritto.

read more

2

Il jazz-rock di Dave Holland al Warsaw Summer Jazz Days.

La terza serata del Warsaw Summer Jazz Days ha proposto ieri tre ottimi concerti. Il primo è stato quello del trio guidato pianista e compositore polacco Włodek Pawlik, vincitore di un Grammy Award per l’album Night in Calisia, di cui mi ero già occupato in un precedente articolo. Il secondo concerto era quello del trio di Jack DeJohnette, con Ravi Coltrane al sax e Mattew Garrison al basso: grande energia e qualche spunto free.

È stata però l’esibizione del quartetto di Dave Holland ad avermi colpito maggiormente: Craig Taborn (pianoforte), Kevin Eubanks (chitarra) ed Eric Harland (batteria) hanno fatto insieme al leader un concerto strepitoso. Presentando i brani dell’album Prism hanno sconfinato spesso nel territorio rock, ma con l’eleganza di navigati jazzisti. Più delle parole può servire il video che vi propongo, in cui il quartetto suona Evolution, brano che comincia quasi in sordina per poi evolversi (come annuncia il titolo) in qualcosa di decisamente più energico.

read more

0

L’estetica della ripetizione nella musica di Nik Bärtsch.

Nik Bärtsch è un pianista e compositore svizzero con una interessante visione filosofica della musica, che è intensamente basata sulle ripetizioni. Ha suonato ieri a Varsavia, al festival Warsaw Summer Jazz Days, presentando il suo progetto Ronin, in cui ha suonato con Kaspar Rast (batteria), Thomy Jordi (basso) e Sha (clarinetto basso). Avendo avuto la possibilità di intervistarlo gli ho fatto qualche domanda sulla sua particolare visione della musica. Qui sotto trovate il video con l’intervista e alcuni momenti del concerto.

read more

0

Gli SBB inaugurano il Warsaw Summer Jazz Days a Varsavia (senza Michał Urbaniak, ricoverato in ospedale).

Gli SBB (acronimo di Silesian Blues Band), sono un gruppo polacco di rock progressivo molto famoso in Polonia negli anni ’70. Dopo una serie di scioglimenti e di cambi nella formazione del gruppo, sono tornati a suonare regolarmente dal 2000, e ieri sera hanno aperto il festival Warsaw Summer Jazz Days a Varsavia, suonando al Soho Factory, un ex complesso industriale recuperato come spazio per l’arte e il design.

Insieme al gruppo avrebbe dovuto esibirsi anche Michał Urbaniak, grande violinista e sassofonista jazz, che però ha dovuto annullare il concerto a causa di una grave bronchite che lo ha costretto a un ricovero in ospedale. Le sue condizioni di salute sembrano comunque migliorare e presto dovrebbe essere dimesso dall’ospedale, dopodiché – dopo un periodo di riposo – potrà riprendere la sua attività musicale.

read more

0

La magia italiana nelle canzoni di Jarek Wist.

Con una grande passione per l’Italia, Jarek Wist canta in Polonia (e in polacco) canzoni che sono state per lo più ispirate dalle melodie italiane degli anni Cinquante a Sessanta, e dallo stile di vita italiano. Ora sta promuovendo il suo ultimo album Jest Zapizane con una serie di concerti in Polonia. Tempo fa l’ho incontrato in occasione di un suo concerto a Varsavia e ho avuto modo di fare quattro chiacchiere con lui. Vi propongo dunque il video con alcune immagini del concerto insieme alla mia intervista.

read more

0

Joey Calderazzo Trio a Varsavia, ricordando Michael Brecker.

Joey Calderazzo ha inaugurato la serie di concerti gratuiti di questa estate nella piazza centrale della città vecchia, a Varsavia, nell’ambito del festival Jazz na Starówce. In trio con Jasper Somsen al contrabbasso e Haye Jellema alla batteria, ha suonato sia standard che brani originali, con un’impostazione classica ma di grande energia e presa sul pubblico.

Vi faccio vedere un video che ho filmato durante il concerto, in cui Calderazzo suona El Niño, un brano di sua composizione che è stato pubblicato nell’album di Michael Brecker Two blocks from the Edge del 1998, e suonato spesso dal vivo insieme a lui. Presentandolo, ricorda la figura del grande sassofonista americano scomparso nel 2007, spiegando che lo conobbe ad una masterclass: «Gli piacque il modo in cui suonavo, e da una cosa ne nacque un’altra, quindi quando Kenny Kirkland lasciò la sua band per suonare con Sting ho ricevuto la chiamata telefonica per unirmi al suo gruppo, e ho suonato con Michael Brecker dal 1987 fino all’ultimo concerto che fu nel 2005, quando lui lasciò perché gli fu diagnosticata una MDS [sindrome mielodisplasica, ndr], che come tutti sanno lo ha portato al decesso. Se non sapete chi era Michael Brecker, andate su internet: è stato uno dei più grandi sassofonisti, e la più grande persona che penso di aver mai incontrato. L’altra sera abbiamo suonato ad Amsterdam, e ho accettato delle richieste dal pubblico; ho chiesto alle persone, e mi hanno detto: “Suona El Niño!”. El Niño era una canzone che ho scritto per Michael Brecker e che abbiamo suonato molti anni fa. L’abbiamo suonata una volta [ad Amsterdam, ndr], con me che che gridavo gli accordi al bassista, quindi faremo nuovamente la stessa cosa. Questo brano si intitola El Niño». 

read more

0

Jazz d’estate a Varsavia: Warsaw Summer Jazz Days.

Varsavia è una città in cui il jazz si trova a suo agio, con vari club che ospitano jam session e con tanti festival dedicati a questo tipo di musica. Uno degli appuntamenti più attesi è il Warsaw Summer Jazz Days, che da 22 anni porta in città il miglior jazz polacco e internazionale, grazie all’organizzazione di Adamiak Jazz. La direzione artistica del festival è focalizzata sulle ultime e più interessanti novità del jazz contemporaneo e nel corso degli anni ha portato a Varsavia i migliori musicisti a livello mondiale, sempre con un occhio di riguardo nei confronti di quelle proposte musicali che vanno contro i luoghi comuni. L’edizione di quest’anno si svolgerà dal 9 al 13 luglio al Soho Factory e ospiterà, tra gli altri, musicisti del calibro di Gary Peacock, Jack De Johnette, Dave Holland, Liberty Ellman, Gregory Porter e Michał Urbaniak. Il programma del festival è quello che segue.

read more

0

Jazz d’estate a Varsavia: Jazz na Starówce.

Come tutti gli anni, anche questa estate ci sarà jazz gratis in piazza a Varsavia, e precisamente nel cuore della città vecchia (Starówce, in polacco), con il festival Jazz Na Starówce. Si comincia oggi con l’unico evento a pagamento, ovvero con il concerto del trio di Jacky Terrasson della sala da concerto della radio pubblica polacca, ma da domani, ogni sabato e fino al 30 agosto, i concerti saranno aperti a tutti, gratuitamente. Questo è il programma:

4 luglio 2014 – Jacky Terrasson Trio

read more

0

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Questo blog musicale fa parte del network paroledimusica.com

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer

Vai alla barra degli strumenti