Archive | Pensieri e parole

È morto Charlie Haden, e io lo ricordo così…

Ho da poco saputo la notizia della morte di Charlie Haden, e da amante della sua musica non posso che esserne profondamente colpito. Non starò qui a ricordarne la biografia e la musica, visto che su internet c’è abbondanza di materiale. Chiunque ami il jazz conosce ciò che ha fatto, e avrà senz’altro un suo personale ricordo legato a questo o a quel disco di questo grande musicista. Io ho almeno un paio di ricordi. Il primo è legato ad un concerto molto suggestivo alla Cascata delle Marmore a cui ho avuto la fortuna di assistere nel 2005, nell’ambito del festival Terni in Jazz. Il secondo è invece un brano di struggente bellezza che mi ha accompagnato per diverso tempo e che vorrei farvi ascoltare, pur non essendo probabilmente tra quelli più significativi della sua produzione. Si tratta di una registrazione con il suo Quartet West, tratta dall’album Always say goodbye del 1993. Il brano è My love and I, una ballad in cui il sax di Ernie Watts fa accapponare la pelle per l’intensità dell’emozione, e in cui ad un certo punto si innesta la versione di Coleman Hawkins del 1962 (pure da brividi).

read more

0

Anche “Parole di Musica” al Festival Internazionale del Giornalismo 2014. Con un paio di riflessioni.

Oggi sono a Perugia, dove è appena cominciato il Festival Internazionale del Giornalismo: cinque giorni di incontri e discussioni sul presente e soprattutto sul futuro di una professione “dannatamente affascinante”.

Da in po’ di tempo mi sto ponendo diverse domande sul modo in cui occorre affrontare il giornalismo musicale oggi, e anche sul fine ultimo di questa attività, che troppo spesso finisce col ridursi alla segnalazione di artisti più o meno famosi, con il conseguente rischio che tutto si riduca ad un’attività meramente promozionale degli stessi. Capita spesso, infatti, che dopo aver scritto bene di un artista emergente, questo ringrazi e tenda a mantenere il contatto nella speranza di poter ottenere la stessa attenzione per i suoi lavori successivi. Inutile dire che – pur se il contatto personale è di per sé piacevole – la successiva richiesta di ulteriore attenzione lo è molto meno, perché in alcune circostanze si ha la sensazione che l’artista scambi il giornalista per il proprio ufficio stampa. Capisco il desiderio di farsi conoscere, ma dal punto di vista del giornalista in questi casi è abbastanza legittimo chiedersi se non si stia facendo l’interesse (promozionale) dell’artista anziché quello del lettore (che invece ha bisogno di informazioni). Il lettore, ovviamente, è sempre il destinatario dell’articolo, e questo un buon giornalista non deve scordarlo mai.

read more

Riviste musicali in crisi

Filippo Maria Caggiani
Giornalista musicale

Quando ero adolescente compravo regolarmente diverse riviste musicali: all’epoca non c’era internet e le uniche fonti di informazione sui miei artisti preferiti erano le riviste specializzate, i quotidiani, la radio e la televisione. Per avere un panorama quanto più completo di ciò che accadeva in ambito musicale, le riviste erano ovviamente la migliore fonte a cui attingere. Certo, c’erano i quotidiani che avevano notizie più “fresche”, ma di contro dedicavano solo una o due pagine all’argomento (comunque sempre meglio dei quotidiani di oggi, in cui anche quelle poche pagine sono purtroppo sparite). Quindi, al di là dell’informazione generalista di radio e TV, e di quella a piccole dosi dei quotidiani, le riviste musicali erano il vero punto di riferimento per gli appassionati di musica.

read more

0

Diventare famosi in Polonia. E in Italia?

C’è una cosa che dopo tanti anni che vivo in Polonia suscita ancora la mia meraviglia: la relativa facilità con cui qui si può diventare famosi. Non fraintendetemi: non dico che qui chiunque può diventare famoso, come in una sorta di grande fratello in cui persone senza alcun talento godono di improvvisa fama. Sto parlando invece di concrete possibilità che i giovani di talento qui hanno per far conoscere la loro arte.

Questo pensiero si materializza tutte le volte che qui accendo la TV (che non ho… dunque meglio dire: “quando per caso mi capita di vederla”) e vedo giovani cantanti o gruppi promuovere il loro primo CD. C’è un programma della mattina su TVN che si chiama Dzień Dobry TVN (un po’ l’equivalente del nostro Uno Mattina) in cui sono sempre ospitati giovani emergenti. A ben vedere, però, questi artisti non hanno necessariamente delle grandi case discografiche alle spalle, e magari sono addirittura autoprodotti. Eppure vanno in TV, su un importante canale nazionale, in un programma molto seguito.

read more

1

Torna a Surriento (da Varsavia)

Accade che in un sonnacchioso sabato mattina i vicini di casa tengano la televisione ad un volume più alto del solito. Normalmente è una cosa abbastanza seccante. Non una tragedia, ma una piccola scocciatura sì. Beh, questa mattina, però, la cosa mi ha fatto abbastanza piacere, visto che la TV polacca stamattina era abbastanza in vena. Infatti, stavano mandando una canzone che mi ha immediatamente colpito, e che un attimo dopo ho riconosciuto essere “Torna a Surriento”, nell’interpretazione di una voce femminile che sembrava essere genuinamente italiana (per quello che si potesse capire dalla trasmissione del suono attraverso il muro). Per un attimo, la mia vena malinconica da italiano emigrato in Polonia ha avuto il sopravvento e, pur non essendo delle parti di Sorrento (ma comunque del sud Italia) mi sono lasciato trasportare dall’enfasi melodica.
Ma poi il brano è finito, il presentatore televisivo ha ricominciato a parlare e la magia di un attimo è improvvisamente finita. Mi sa che Sorrento aspetterà ancora un po’: per ora continuo a rimanere a Varsavia.

read more

0

Tuoni, lampi, fulmini e saette!

Stamattina, un attimo prima di svegliarmi, stavo sognando di essere in un posto tipo università, quando, all’improvviso, nel sogno esplode una bomba! Aiuto, una bomba all’università! E sembrava così vero, che paura! Così vero che mi ha fatto svegliare. In realtà, era un fulmine di potenza paurosa, che ha fatto pure scattare l’allarme di un’auto. E così questa bomba-fulmine mi ha svegliato alle 7:30 di sabato (quando avrei potuto continuare a dormire almeno per un altro paio d’ore). Accidenti!

read more

0

Incontri musicali inattesi tra Portogallo e Polonia: l’associazione culturale d’Orfeu e Octavia

Recentemente ho scritto un articolo per Whatyoulove.it, in cui parlo del rapporto tra viaggio e musica, e vi invito a leggerlo.

Qual è la cosa che più affascina di un viaggio? Personalmente, credo che sia il fatto di esporsi all’inatteso, alla possibilità cioè di incontrare casualmente persone che mai si sarebbero potute incontrare stando a casa, e che in qualche modo mettono in discussione le convinzioni acquisite o fanno vedere sotto una luce nuova le cose già note.

Nel corso dei miei viaggi all’estero ho incontrato moltissime persone straordinarie, ma limitandomi a raccontare gli incontri musicali più interessanti, due sono quelli che mi vengono in mente per primi: quello con i musicisti dell’associazione culturale d’Orfeu, in Portogallo, e quello con Octavia, una brava cantante che ho conosciuto in Polonia.

read more

0

Mappa europea dei festival musicali estivi.


Visualizza Summer music festivals in Europe in una mappa di dimensioni maggiori

Sto creando una mappa per tenere traccia dei festival musicali estivi in giro per l’Europa, e se ne avete voglia vi invito a prenderne parte e ad inserire i vostri festival preferiti. Nessuna barriera di generi musicali. Rock, pop, jazz, etnica, classica, alternativa, elettronica, metal… qualsiasi genere musicale va bene. Dunque, aggiungete un segnaposto nel luogo in cui si trova il festival che volete segnalare e aggiungere le informazioni di base richieste (possibilmente in inglese), su modello di quelli già inseriti: nome del festival, periodo in cui si svolge (solo festival estivi!), genere musicale e sito internet ufficiale del festival.

read more

0

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Questo blog musicale fa parte del network paroledimusica.com

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer

Vai alla barra degli strumenti