Nighthawks

Nighthawks.jpg A guardarli in faccia – così, di primo acchito – si direbbe che stiano per preparare un colpo in banca, o che comunque abbiano qualcosa di losco in mente. E invece no: sono due raffinatissimi musicisti!
Dal Martino (basso e chitarre – a destra nella foto) e Reiner Winterschladen (tromba) sono due musicisti tedeschi di grande sensibilità musicale. Riescono a trasmettere quanto di più poetico ci possa essere nell’arte dei suoni senza rinunciare a ritmi danzerecci, facendo l’occhiolino a sonorità smooth jazz. I due sono a capo di una formazione che si chiama Nighthawks, di cui avevo già parlato in un mio recente post. Ho comprato il loro ultimo album, intitolato “Nighthawks_4”, e lo sto ascoltando di continuo (chi volesse ascoltarne alcuni spezzoni, può farlo cliccando qui), dunque mi è sembrato il momento di parlarne anche sul blog.
Questo gruppo riesce a creare un’atmosfera speciale mescolando jazz, rock, funky (e altre cose…) con risultati veramente felici. Così, se la tromba di Reiner Winterschladen ricorda molto quella di Miles Davis, d’altra parte gli arrangiamenti e le sonorità del gruppo richiamano a volte i Dire Straits, a volte atmosfere brasiliane… insomma, un bel calderone, che ha comunque come tratto comune a tutti i brani dell’album una grande eleganza, dovuta alla sensibilità musicale dei due leader, di cui si diceva in apertura.
Comunque, se doveste incontrare per strada quei due, badate al vostro portafogli. Non si sa mai…

3 Responses to Nighthawks

  1. Giuliio 29 settembre 2007 at 14:55 #

    Nighthawks con il quadro di Hopper; attenti al portafogli nel senso che ti rapinano o che comunque rischi di comprargli i cd?
    Un saluto, Giulio

  2. Filippo 30 settembre 2007 at 10:15 #

    Ciao Giulio! Sai che non avevo pensato a questa forma di rapina? Già… fare bella musica per svuotare i portafogli della gente! 🙂 Per quello che mi riguarda comprerò senz’altro anche gli altri dischi dei Nighthawks (mi sembra che ce ne siano altri tre in commercio).
    Comunque, quando si parla di CD, io sono sempre un soggetto a rischio, nel senso che sono capace di lasciare nei negozi di musica una discreta parte del mio stipendio. Dalla Germania, giusto per fare un esempio, me ne sono tornato con otto chili di CD

  3. Giuliio 9 ottobre 2007 at 20:52 #

    Ciao, incuriosito, ho comprato un “CD” dei nighthwaks, l’ho scaricato dal MusicStore di Apple, anche per provare il nuovo modo di acquistare musica, dunque ho comprato As the sun set; Molto piacevole al primo ascolto, con parti di tromba molto belle ed una ottima vocalist, la cosa che mi piace tanto è il fatto che in sottofondo, come ora, non distrare come capita con molti altri autori, ed è molto piacevole; non so, se continua a piacermi penso che comprerò qualche altro album.

    Ciao, Giulio

Rispondi

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Questo blog musicale fa parte del network paroledimusica.com

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer

Vai alla barra degli strumenti