Archive | Giornalismo musicale e blog di musica

MEI 2016 – Impressioni personali

Faenza – Piazza del Popolo

Lo scorso fine settimana, dal 23 al 25 settembre, sono stato a Faenza per partecipare alla ventesima edizione del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti – nell’ambito del quale si è tenuto il primo Festival del Giornalismo Musicale, organizzato da Enrico Deregibus insieme all’ideatore del MEI, Giordano Sangiorgi.

Da diverso tempo volevo assistere a questa manifestazione, e l’edizione di quest’anno è stata per me irrinunciabile proprio grazie alla possibilità di incontrare altri colleghi nel settore del giornalismo musicale.

read more

0

Inizia oggi a Faenza il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti 2016

Inizia oggi a Faenza il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti 2016, che proseguirà fino a domenica 25. L’edizione di quest’anno ritorna a proporre un ricco programma dopo alcune edizioni in tono minore.

La novità principale è la prima edizione del Festival del Giornalismo musicale, che si svolgerà all’interno del programma del MEI. Dal punto di vista degli spettacoli, invece, gli eventi principali sono il concerto di Daniele Silvestri in Piazza del Popolo, e l’omaggio a Lucio Battisti al Teatro Masini, che si terranno entrambi domani, sabato 24 settembre.

read more

0

Blog di musica e giornalismo musicale italiano (2): intervista a Roberto Mastrosimone di Wanderer’s Blog.

Dopo l’intervista a Bruno Conti di Discoclub, prosegue la serie di interviste a blogger e giornalisti musicali che scrivono su un proprio blog. Le domande sono sempre le stesse, per mettere in evidenza sia punti in comune che i punti di vista diversi sugli stessi argomenti. Oggi è il turno di Roberto Mastrosimone, che sul suo blog Wanderer’s Blog si occupa di musica classica.

Quando hai pubblicato il primo post sul tuo blog, e perché hai deciso di aprirne uno?

«Nel novembre 2008. Fu più che altro un tentativo, una prova. Finora è andata bene, almeno credo…».

read more

0

Come ottenere un accredito (pass) per un concerto.

Nella mia pratica di giornalista musicale una delle cose che faccio spesso è la richiesta di accredito (o pass – chiamatelo come preferite) per andare ad ascoltare un concerto gratuitamente, naturalmente per scriverne un articolo. Oggi spiegherò in che modo riuscire ad ottenere un accredito di questo tipo.

Innanzitutto: perché fare una richiesta di accredito, e chi può farla? Se siete giornalisti musicali, o se avete semplicemente un blog in cui scrivete di musica, vorrete molto probabilmente andare ai concerti per scriverne delle recensioni o fare delle interviste agli artisti. In entrambi in casi – se seguite diversi eventi – vi renderete ben presto conto che vi serviranno dei pass, perché pagare ogni volta l’ingresso non è economicamente sostenibile. Se oltretutto considerate che gli articoli che scriverete saranno in pratica materiale di promozione sia per l’artista che per gli organizzatori del concerto, avete un secondo motivo per considerare la vostra richiesta più che legittima. La richiesta può essere fatta sia dal giornalista direttamente interessato che dalla redazione per cui scrive. Cosa fare se non si ha alcuna redazione alle spalle? In questo articolo mi occuperò anche (e soprattutto) di chi non scrive per una testata giornalistica, ma semplicemente per un proprio blog musicale.

read more

8

Blog di musica e giornalismo musicale italiano (1): intervista a Bruno Conti di Discoclub.

Inauguro oggi una serie di interviste a blogger e giornalisti musicali che scrivono su un proprio blog, da soli o in collaborazione con altri co-autori. Lo scopo è quello di provare a tracciare un panorama (per forza di cose parziale e limitato) del giornalismo musicale italiano su internet, o quantomeno del fenomeno dei blog che si occupano di musica. Le domande che farò di volta in volta ai miei interlocutori saranno sempre le stesse, per evidenziare punti di vista che possono essere anche radicalmente diversi e cercare di fare il punto della situazione una volta raccolto un ampio numero di testimonianze.

read more

2

“Parole di musica” cerca blog musicali per fare network. Umbria Radio intervista Filippo Maria Caggiani.

Filippo Maria Caggiani intervistato da Chiara Colasanti – Fotografia di Epifania Lo Presti.

L’idea di trasformare il mio blog in un social network musicale ce l’ho da tanto tempo, ma solo lo scorso 31 aprile ne ho parlato per la prima volta in pubblico, al Festival Internazionale del Giornalismo, intervistato da Chiara Colasanti ai microfoni di Umbria Radio. Potete ascoltare l’intervista nel podcast qui sotto: se avete un blog musicale (o ne volete uno!) e vi interessa la mia proposta non esitate a contattarmi inviandomi un’email.

[powerpress]

Abbiamo il piacere di parlare con Filippo Maria Caggiani di Paroledimusica.com, un blog che da personale vuole diventare un network di blog, che siano già esistenti o che si vogliano unire ad esso. Poi ci faremo dire come contattarlo per gli interessati, ma facciamo parlare direttamente lui per una piccola presentazione.

read more

0

Diventare un giornalista di successo in un mondo senza lavoro

Se alla odierna crisi del giornalismo si aggiunge anche quella del mercato musicale, si potrà ben intuire come chi cerchi di diventare un giornalista musicale oggi si trovi un po’ nella stessa posizione di Don Chisciotte nella lotta contro i mulini a vento. Una follia.

Eppure c’è chi – come il sottoscritto – non abbandona il campo di battaglia e continua a galoppare instancabilmente verso il successivo mulino, già pronto all’inevitabile volo in aria che lo attende. La cosa positiva, quantomeno, è che con una lunga esperienza di cadute si impara anche a cadere e a rialzarsi. Nel dubbio di essere in preda ad una follia individuale, quest’anno sono andato al Festival Internazionale del Giornalismo, a Perugia, dove ho verificato di essere in buona compagnia. Insomma, quella di voler raccontare storie è una (buona) follia collettiva, in cui ognuno però deve fare i propri conti con un mercato in grande cambiamento.

read more

1

Anche “Parole di Musica” al Festival Internazionale del Giornalismo 2014. Con un paio di riflessioni.

Oggi sono a Perugia, dove è appena cominciato il Festival Internazionale del Giornalismo: cinque giorni di incontri e discussioni sul presente e soprattutto sul futuro di una professione “dannatamente affascinante”.

Da in po’ di tempo mi sto ponendo diverse domande sul modo in cui occorre affrontare il giornalismo musicale oggi, e anche sul fine ultimo di questa attività, che troppo spesso finisce col ridursi alla segnalazione di artisti più o meno famosi, con il conseguente rischio che tutto si riduca ad un’attività meramente promozionale degli stessi. Capita spesso, infatti, che dopo aver scritto bene di un artista emergente, questo ringrazi e tenda a mantenere il contatto nella speranza di poter ottenere la stessa attenzione per i suoi lavori successivi. Inutile dire che – pur se il contatto personale è di per sé piacevole – la successiva richiesta di ulteriore attenzione lo è molto meno, perché in alcune circostanze si ha la sensazione che l’artista scambi il giornalista per il proprio ufficio stampa. Capisco il desiderio di farsi conoscere, ma dal punto di vista del giornalista in questi casi è abbastanza legittimo chiedersi se non si stia facendo l’interesse (promozionale) dell’artista anziché quello del lettore (che invece ha bisogno di informazioni). Il lettore, ovviamente, è sempre il destinatario dell’articolo, e questo un buon giornalista non deve scordarlo mai.

read more

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Questo blog musicale fa parte del network paroledimusica.com

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer

Vai alla barra degli strumenti