Intervista ad Andrea Celeste e Roberto “Robbo” Vigo

Andrea Celeste è una cantautrice che mescola la raffinatezza del jazz alla comunicabilità del pop, e che ha pubblicato a fine 2015 il suo nuovo album Kaleidoscope. Ho avuto il piacere di incontrarla e intervistarla a Varsavia poco prima dell’uscita dell’album in occasione della scorsa edizione dell’Audio Video Show, la seconda più grande esposizione in Europa di apparecchiature audio e video (a proposito di cui ho già scritto le mie impressioni in un precedente articolo).

In quell’occasione si è esibita presso lo stand di Natural Sound cantando le sue canzoni e alcuni standard jazz sulle basi registrate su nastro magnetico. Nell’intervista che segue ho chiesto a lei e al suo produttore Roberto “Robbo” Vigo (proprietario dell’etichetta discografica Analogy Records) di spiegare qual è la magia delle registrazioni su nastro magnetico rispetto a quelle in digitale.

read more

0

Sequestrata la moto di Beppe Maniglia.

Beppe Maniglia e la sua moto sul carro attrezzi

Beppe Maniglia e la sua moto sul carro attrezzi

Ho appena appreso da un aggiornamento di Red Ronnie su Facebook che i vigili del comune di Bologna hanno sequestrato la moto di Beppe Maniglia, storico chitarrista cittadino che da 36 anni si esibisce ogni fine settimana in Piazza del Nettuno (adiacente a Piazza Maggiore), arrivando con la sua Harley Davidson “truccata” per la musica e intrattenendo i passanti. Beppe Maniglia comunque promette battaglia, e assicura che sabato prossimo sarà di nuovo in piazza.

Chi non conoscesse il personaggio, può farsene un’idea dando un’occhiata a questo video.

read more

0

Dieci anni di “Parole di musica”.

Oggi questo blog, Parole di musica, compie dieci anni. Per un blog è un’età davvero importante. La sera del 14 novembre 2005, infatti, alla vigilia di una mia partenza per il Portogallo, scrissi il mio primo post su questo blog. Ero talmente eccitato dalla cosa, che invece di preparare i pacchi, dovevo fare in modo di avere uno strumento “nuovo” (allora) per comunicare con i miei amici e parenti in Italia, visto che la mia permanenza in Portogallo si sarebbe prolungata per alcuni mesi. Avevo passato le settimane precedenti a cercare di capire come installare WordPress (allora in una delle sue primissime versioni) su una pagina dedicata di caggiani.it (da dove poi si sarebbe spostato all’attuale indirizzo). Come mio solito, però, mi ridussi a scrivere il primo post all’ultimo momento prima della partenza. Inizialmente raccontai dunque la mia esperienza portoghese su questo blog, avendo ben chiaro fin dall’inizio che poi avrei soltanto “parlato di musica”.

read more

0

Audio Video Show 2015: alcune impressioni personali.

Pur avendo a che fare con cose di musica da tantissimi anni, non mi era ancora mai capitato di visitare una fiera dedicata all’audio in alta fedeltà. Ho rimediato a questa mancanza nei giorni scorsi, visitando l’Audio Video Show 2015 che si è svolto a Varsavia dal 6 all’8 novembre.

Da profano del settore mi hanno colpito in modo particolare due cose. La prima è stata la qualità incredibilmente alta dell’audio. Entrando in ciascuna delle salette che ospitavano il più delle volte impianti straordinari, si aveva quasi la sensazione di entrare in una stanza in cui si stava svolgendo un concerto. Invece era musica riprodotta attraverso un CD o, il più delle volte, un disco in vinile. La seconda cosa che mi ha colpito è il prezzo di queste meraviglie tecnologiche. Per casse acustiche e amplificatori si partiva dalle poche migliaia di euro per arrivare a cifre con cui ci si potrebbe comprare un appartamento, una villa, o anche una residenza di lusso.

read more

0

Audio Video Show 2015, a Varsavia

Audio Video ShowÈ cominciata oggi a Varsavia, e continuerà per altri due giorni, l’Audio Video Show, ovvero la seconda più grande esposizione in Europa di apparecchiature audio e video. Per chi ama l’alta fedeltà si tratta di un appuntamento immancabile, dato che una manifestazione del genere offre la possibilità di ascoltare il meglio in fatto di riproduzione sonora (e video), con apparecchiature estremamente costose che possono offrire esperienze di ascolto facilmente confondibili con quelle dal vivo. Io farò un giro perlustrativo tra i vari espositori, e nei prossimi giorni vi terrò aggiornati su ciò che maggiormente catturerà la mia attenzione. Continuate a seguire questo blog per saperne di più.

read more

0

I Rolling Stones in versione marionetta

Passeggiando in una grande città come Varsavia capita spesso di imbattersi in artisti di strada. Come ho già scritto in un precedente articolo amo molto questo tipo di esibizioni, anche perché spesso gli artisti sono davvero molto bravi.

Questa volta ho incrociato due eccellenti marionettiste che davano vita ad uno spettacolo dei Rolling Stones in versione marionetta. Un vero e proprio mini concerto, insomma, nel senso letterale. Ciò che mi ha stupito, a parte la somiglianza delle marionette con i musicisti, è la perfetta sincronia tra i movimenti e la musica: la marionetta di Mick Jagger avvicina il microfono alla bocca solo quando canta, e ha le stesse movenze dell’originale. Similmente, quella di Keith Richards suona la chitarra con un ritmo perfetto, così come gli altri due Stones.

read more

2

Come organizzare spettacoli senza finanziamenti pubblici? Intervista a Luciano Vanni.

È possibile fare spettacolo rinunciando completamente ai finanziamenti pubblici? A questa domanda ha cercato di dare risposta Luciano Vanni, editore e direttore di JazzIt, in due incontri pubblici tenuti alla Casa Cava di Matera il 13 e il 14 novembre, organizzati dall’Onyx Jazz Club. Ascoltiamo direttamente da Luciano Vanni in che modo è possibile un nuovo welfare della cultura.

Ieri hai parlato del danno che i contributi pubblici hanno fatto alla cultura introducendo il concetto di infarto culturale. Cosa intendi esattamente con questo termine?

read more

0

La musica a Matera si suona al freddo. L’appello del M° Vizziello.

Il problema della mancanza di spazi adeguati per la musica è molto diffuso in Italia, e purtroppo Matera non fa eccezione. Nonostante la città sia stata designata Capitale Europea della Cultura per il 2019, gli spazi esistenti per la musica e la cultura giacciono in uno stato di incuria che non fa onore al prestigioso titolo recentemente conquistato.

Il M° Saverio Vizziello, direttore del conservatorio di Matera in prorogatio (prima del passaggio del testimone al M° Piero Romano), ha scritto recentemente una lettera aperta in cui denuncia la mancanza di riscaldamento all’Auditorium Comunale Roberto Gervasio. Il problema, già sollevato in altre occasioni, continua a rimanere inascoltato dall’amministrazione comunale, ma è la situazione generale della città a destare preoccupazione, visto che tutti gli spazi che possono essere dedicati alla musica e alla cultura hanno problemi simili.

read more

0

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Questo blog musicale fa parte del network paroledimusica.com

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer

Vai alla barra degli strumenti